Area Riservata

Visita al Museo Egizio di Torino

5 Febbraio 2016

 

Domenica  24 Gennaio 2016, alcuni colleghi hanno trascorso una giornata dedicata esclusivamente all’arte, alla cultura e al divertimento presso il Museo egiziano di Torino, il più importante del mondo dopo quello del Cairo, per il valore dei reperti esposti, più di 30.000 oggetti tra papiri, stele, sarcofagi, mummie, amuleti ed oggetti vari che coprono un periodo storico lunghissimo e  ne fanno uno dei siti storici più frequentati d’Italia.

 

La visita è stata guidata da un egittologo, ciò ha permesso ai soci che hanno aderito di compiere un viaggio emozionante alla scoperta di civiltà lontane, permettendo così ai soci presenti la magia di scoprire quali significati si celavano dietro ogni oggetto, e ricostruirne la storia e i significati.

 

I nostri soci, hanno visitato con curiosità e allegria un nuovo percorso, percorribile dopo il recente restauro, che comprende l’ipogeo, il piano terra, il primo piano e il secondo

Partendo dal piano terra, seguendo un percorso cronologico è stato possibile osservare numerosi oggetti della vita quotidiana e seguirne l’evoluzione e ammirare le statue monumentali di faraoni egiziani, sfingi, tavolette votive, sculture ed elementi architettonici.

Al piano seminterrato una lunga galleria ha accolto i visitatori, qui allestite ricostruzioni di antichi insediamenti portati alla luce dagli scavi archeologici del Museo. Al primo piano una lunga sfilza di tombe egiziane e sarcofagi con mummie, diversi per grandezza, decorazioni e forma. Ma il vero tesoro che il museo possiede è la Tomba di Kha e della sua consorte Merit con il ricco ed intatto corredo tombale dal valore storico inestimabile.  Straordinari il sarcofago con le sue decorazioni d’oro ed un papiro contenente le formule del Libro dei Morti, un testo sacro che serviva al defunto quale protezione nel lungo viaggio che lo attendeva verso l’aldilà. E infine, la visita nele ultime sale con esposti i reperti e ritrovamenti dell’età tolemaica e romana.