Proteo League 2017: i Fortunati Ferrari di nuovo campioni!

18 Maggio 2017

 

Si è conclusa la Semifinale della Proteo League targata 2017.  Ben 34 sono state le reti segnate nella giornata del 22 Maggio che ha visto trionfare i Fortunati Ferrari e i Leoni della Bassa.

Giunti alla fase finale del Torneo è lecito chiedersi: Chi sarà la squadra vincitrice del 2017, i favoriti Fortunati Ferrari o i ruggenti Leoni della Bassa?

Prima della gran finalissima delle 20:30, è prevista, il 26,  la finale per il terzo e il quarto posto alle 19:30.

 

Intanto godiamoci la cronaca della Semifinale.

 

 

SEMIFINALI

 

Leoni della Bassa VS Milano da Bere  5-5 (11-10 dcdr)
Semifinale vietata ai deboli di cuore che può essere tranquillamente griffata come la partita più bella del torneo per giocate espresse e fattura superlativa dei gol segnati, il tutto reso ancor più singolare dal black out generale ad un minuto dal termine che rievoca il Velodrome 1991 quasi a celebrare i campioni protagonisti del match. Ma ripercorriamo con ordine: minuto 2 e Milano passa con una punizione di Monteleone che sfida le leggi euclidee della geometria. Il ruggito dei Leoni non tarda ad arrivare con un siluro di Andrea Grassi e poco dopo Gambarelli prova a mettere il punto esclamativo sugli sviluppi di una punizione. Milano colpita tira fuori in meglio di se e su un contropiede ben orchestrato trova la rete del pareggio su spettacolare tiro al volo di Simone Nonnis. Milano ci crede e ancora un missile terra aria di Nonnis trafigge per la terza volta Gianluca Magri. Mentre Abbozzo neutralizza le zampate dei Leoni, Milano trova la quarta marcatura con Alessandro Iasi da distanza siderale. Sotto di due reti, i Leoni dimostrano che essere per 7 degli ultimi 8 anni tra le prime 3 non è stato un caso: Carlo Spinelli, imbeccato dal solito maestoso Vincenzo Loviso, trova il colpo da biliardo del 4 a 3 prima della rete del pareggio dello stesso Loviso. Il fato sembra sorridere ai Leoni che trovano con Grassi la rete del sorpasso…. Partita finita? Assolutamente no: pareggio per Milano con un grande Nonnis bravo a galleggiare tra i difensori reggiani su corner. Poi azioni clamorose da una parte e dall’altra fino a quando un black out mette fine alle ostilità. Lotteria dei rigori dove non potevano bastare i 5 canonici, al sesto infatti grande parata di Magri e rete decisiva di Luca Lugli. Partita incandescente da 1X2, sempre aperta e con un susseguirsi infinito di emozioni. Sorridono i Leoni che volano in finale mentre per Milano la consapevolezza di avere un gruppo ben attrezzato che non ha nulla da invidiare a nessuno.

 

 

Fortunati Ferrari – Quella Sporca Dozzina 7-6

Era la semifinale più attesa, alcuni l’avevano già definita la finale anticipata. Da una parte i Fortunati Ferrari campioni in carica, dall’altra il nuovo team messo in piedi meticolosamente dal duo Salati-Bonoretti, decisi a riportare a casa la Coppa. I Fortunati sono privi di Oliviero, assente per motivazioni tuttora sconosciute e sulle quali ormai abbiamo smesso di indagare. Anche la Dozzina non può vantare la rosa al completo, ma può comunque fare affidamento sulle 7 rotazioni più importanti. La strategia dei ragazzi in verde e’ chiara: chiudersi bene, lasciare palleggiare i Fortunati, contenere i tagli dalle fasce di Vivici e Turci e ripartire velocemente. Il piano regge per 20 minuti, con Mazzieri e Cova che fanno un lavoro encomiabile e un Ronda imperiale che limita Della Cava. Anche il Conte torna quello delle giornate migliori e si iscrive alla gara con due parate importanti. E’ proprio un inserimento di Vivici però, nell’unica disattenzione difensiva, a portare in vantaggio i Fortunati. Il primo tempo si chiude sull’1 a 0. E’ una clamorosa svista arbitrale (non rilevato un fallo sembrato netto) a portare i FF sul 2-0, con Mariani che può comodamente appoggiare da pochi passi. Il Conte, già minacciato di espulsione dopo pochi minuti per proteste, si cuce la bocca, ed e’ allora Mr Salati a invadere il terreno di gioco con un corsa di mazzoniana memoria. La Sporca Dozzina si disunisce e va sotto addirittura di tre reti con la zampata sottoporta di Jack Tamagnini (il quale peraltro ha promesso un commento per la prossima edizione). Quando tutto sembra perduto, ecco la grande reazione della Dirty Dozen. Cova riapre il match con un preciso diagonale, Mazzieri centra l’incrocio dei pali e a pochi minuti dalla fine Capua sigla il 3-2 con una giocata delle sue. Il finale e’ una bolgia: Della Cava sbaglia due volte il gol della staffa, Rondanini ormai difende da solo contro tutta la palestra, il Conte trova una parata irreale su Vivici e Cova, all’ultimo assalto, infila Dei Forti al secondo tentativo. E’ 3 a 3 e si va ai calci di rigore. Per i Fortunati sbaglia Vivici, ma sono gli errori di Capua e Mazzieri a condannare La Sporca Dozzina. Grandissimo l’amaro in bocca per gli uomini di Salati, grande la festa dei ragazzi di Salsi che, dopo la grande paura, tirano un sospiro di sollievo. Venerdì sera andranno per il doblete. Vietato mancare.

 

 

QUARTI DI FINALE

 

Leoni della Bassa – Ceser: 11-5
Una delle più solide e storiche realtà del torneo contro la sorpresa di questa edizione. Parte forte Ceser che al primo fendente di bomber Stefanoni si trova in vantaggio ma dopo pochi minuti sono Morris Ciccioli e Andrea Grassi a rovesciare la situazione. Secondo tempo assalto a forte Apache per i Leoni dove un ottimo Simone Dall’Aglio prova a limitare i danni. Finisce 11-5 per i Leoni.

 

Milano da bere – Santa Sede: 3 – 1
Partita vera e clima delle grandi occasioni. Milano determinata a guadagnarsi la semifinale dopo la beffa dello scorso anno mentre la Sede pronta a dire la sua nonostante la diaspora che ha condizionato la campagna acquisti. Equilibrio rotto dal tracciante su punizione di Monteleone che porta avanti Milano raggiunta poco dopo da un tiro beffardo dell’inesauribile Marco Guarino. Secondo tempo equilibratissimo che vede da una parte il tiki taka lombardo contro difesa e contropiede degli uomini di Gabriele Il Dottorone Manini. Solo nei minuti finali un invenzione di Taccogna e un lampo di Leroy Merlin scardinano la cassaforte reggiana. Per la sede il rammarico di un rigore neutralizzato dal portiere Abbotto nei minuti finali e le assenze pesantissime (Crotti su tutti) senza nulla togliere ai presenti che hanno offerto un ottima prova senza avere però ragione sui Meneghini, protagonisti ormai da due anni della Credemleague

 

Quella Sporca Dozzina – Lessismore 7-4

C’era grande attesa per il primo match importante dei ragazzi guidati dal duo Bonoretti-Salati, dopo le prove alterne fornite nelle partite di girone. L’inizio, purtroppo, e’ il solito: l’approccio alla gara e’ molle, le leggerezze difensive sono tante e lo stesso Conte tra i pali sembra ancora in clima da buvette del Parlamento Europeo. Lessismore fa quello che deve fare: gioca quadrata, senza fronzoli e punge nelle ripartenze, dove Saviano (2) e Dangelo la fanno da padroni. Due gol ampiamente evitabili mandano la Sporca Dozzina sotto di due reti. Camurri (mostruosa la sua partita, con momenti di vera trance agonistica) abbassa la saracinesca e per Mazzieri e compagni si fa dura rientrare. Gli animi si accendono e la partita diventa tesa. Lo straripante secondo tempo di Cova (2) e Capua (4) cambia l’inerzia del match: Lessismore sembra un po’ sulle gambe, la panchina di Salati da finalmente un contributo decisivo e grazie agli spazi creatisi nella metà campo avversaria la Dozzina riesce a mettere tra sé e i rivali un vantaggio confortante. Le reti di Ianigro e Bevivino fissano il risultato sul 7-4 finale. La Dirty Dozen raggiunge il risultato minimo, la semifinale. Ad attenderla, i favoritissimi campioni in carica dei Fortunati Ferrari. Per andare in finale, serviranno una partita perfetta e un po’ di fortuna. Il Conte, Ronda e Max Campani però, sanno già come si fa, e proveranno a spiegarlo ai compagni. Per Lessismore, applausi per un grande torneo e un arrivederci al prossimo anno.

 

 

Fortunati Ferrari – Sinergy 2017 11-1

Se gli impegni istituzionali mi avevano tenuto lontano dalle ultime partite della fase a gironi, di certo non potevo mancare alla prima giornata della fase a eliminazione diretta. Il primo quarto di finale vedeva di fronte i campioni in carica dei Fortunati Ferrari e Sinergy, quest’ultima vittima ancora una volta di un incrocio terribile, dopo essere uscita indenne dal girone di ferro con i Leoni della Bassa e i Crociati di Parma. L’inizio degli FF e’ quello che ammazzerebbe un elefante: dopo pochi minuti il parziale e’ già pesante e a niente servono l’encomiabile coraggio e la consueta tenacia dei ragazzi di Mister Mantovani. Neanche il ritorno tra i pali dell’affidabile Manfredotti riesce a limitare i danni e lo stesso rigore sbagliato da Reggiani (guadagnato con un movimento cestistico in “post basso” sotto porta) testimonia la giornata no di tutta la squadra. Turci (4), Oliviero (3) e Vivici (2) maramaldeggiano sui resti di Sinergy e fissano il risultato finale sull’11 a 1, con Dei Forti che partecipa alla festa deviando all’incrocio un missile di Fantuzzi. Di Messori il gol della bandiera. Ora per i Fortunati inizieranno le partire che contano. Lunedì per la semifinale ci si aspetta il pubblico delle grandi occasioni. Per Sinergy tanti applausi e l’appuntamento al prossimo anno.

 

Passano la fase a Gironi: Fortunati FerrariSanta SedeMdb Jazz CafèAtletico LessismoreQuella Sporca DozzinaCeserLeoni della Bassa e Sinergy 2017.

 

SESTA GIORNATA

 

Leoni della Bassa – Crociati Parma 8-1

Partita condotta senza problemi dalla formazione di Lugli che come sempre ha potuto contare sulla grande classe di Loviso.
Da segnalare l’ottima prestazione di Reale, che ha beneficiato di maggiore minutaggio vista l’assenza di Spinelli, e del solito Grassi.
Anche questa sera i Leoni hanno dimostrato di essere una formazione compatta meritevole del primo posto del girone.
Onore comunque ai ragazzi d’oltreenza che hanno combattuto fino alla fine. Da segnalare la buona prestazione di Imperiale.
Vera sfortuna per loro essere finiti in un girone da tre squadre dove le possibilità di recupero sono state più limitate.

 

Quella Sporca Dozzina – Ceser 13-4

Spareggio per assegnare la vittoria del girone. Gara vissuta in estremo equilibrio per tutto il primo tempo ed inizio ripresa.
Poi i gemelli del gol Capua e Cova hanno indirizzato la partita verso i ragazzi di Aragona. Ceser ha pagato alla lunga il proprio
ridotto organico (non avevano purtroppo panchina) e alla fine le energie son finite. Ottima la prestazione di Pavesi.

 

 

QUINTA GIORNATA

 

Fortunati Ferrari – Bucanieri 20-3

Gara senza storia con la formazone di Vivici che ha sin da subito acquisito il dominio dell’incontro con i volonterosi ragazzi di Magnanini.
Sugli scudi lo scatenato Oliviero autore di una cinquina. Con i Fortunati Ferrari ha esordito la collega Giulia Piccinelli che manifestato buone qualità tecniche. Prestazione sugellata dalla segnatura di gol da vera opportunista d’area.

 

Titty’s – Barcelleasing 6-3

Gara molto combattuta ma corretta tra due formazioni che nulla avevano più da chiedere al torneo. Per entrambe un caloroso arrivederci al prossimo anno.

 

Santa Sede – A.S. Carsi 6-1

Avvincente spareggio per accedere alla fase successiva del torneo rimasto in equilibrio fino alla fase finale della quartita
quando i ragazzi di Manini hanno preso definitivamente il largo. Sugli scudi Sassi, Crotti e Squitieri autori tutti di una doppietta.

 

 

QUARTA GIORNATA

 

Leoni della Bassa – Sinergy 2017  7-3

Grande esordio dei Leoni della Bassa, a buon diritto una delle più accreditate pretendenti al titolo. Mr. Lugli può vantare una rosa al completo: il fuoriclasse Loviso in mezzo al campo (chiuderà con 2 gol e 3 pali), l’estro mancino di Grassi, “il Mago” Pomarico, il neo-acquisto Spinelli davanti, nonché l’ormai rodato muro difensivo nel quale si alternano Cicc…ioli, Fancelli e Parassiliti. Sinergy viene da un’importante vittoria contro i Crociati (probabilmente fondamentale per il passaggio del turno) e per l’occasione può fare affidamento sul ritorno di bomber Reggiani, insostituibile arma offensiva. A sorpresa, Sinergy rinuncia tra i pali a Mauro Manfredotti, sembra per una clausola del contratto di acquisto che ne impedisce l’utilizzo proprio contro la propria ex squadra. Vezzani, peraltro, non lo fa rimpiangere. Anzi. E’ proprio lui a reggere la furia iniziale dei Leoni che, complici anche tre legni e la vena realizzativa di Reggiani (tripletta), non riescono a chiudere il match. La svolta avviene su un rigore dubbio causato da un intervento scomposto di Bologna che Grassi (due reti) realizza con freddezza. Sinergy non ha più la forza di rientrare, e il risultato finale è  7-3. Ora non resta che attendere l’ultima partita del girone per sancire chi rimarrà fuori dalle 8 migliori. Tutto può succedere.

 

Titty’s – Ceser  4-6

Probabilmente a tutti gli effetti, ad oggi, la lieta sorpresa della Proteoleague. Partiti a fari spenti senza proclami altisonanti, i ragazzi di Ceser vincono la seconda partita consecutiva e passano il girone a braccetto con la Sporca Dozzina. Per i Titty’s (priva tra i pali della saracinesca Meiattini irreperibile sulle alture di Lama Mocogno) una Proteoleague deludente, c…he forse alla luce del girone non impossibile lascia spazio a qualche recriminazione. Il match è equilibrato e nessuno riesce a prendere il largo. Vagnini, Gobbi e Gasparini, con l’ausilio di un attento Capitan Pecchini sulla linea difensiva, mantengono in partita i modenesi per lunghi tratti dell’incontro. Ancora una volta però è il devastante reparto offensivo di Ceser a fare la differenza: due triplette, una di Stefanoni e una di Pavesi, fissano il risultato sul 6-4 finale. Ora non resta che attendere il prossimo turno per decidere la prima e la seconda del girone, con la Sporca Dozzina che in virtù di una differenza reti migliore potrà accontentarsi anche di un pareggio. La seconda, ricordiamo, nei quarti se la vedrà con la vincente del Girone D. Comunque vada, un pessimo cliente.

 

Quella Sporca Dozzina- Barcelleasing 4-2

Seconda partita per la Dirty Dozen, reduce dall’agile vittoria all’esordio contro Titty’s. I ragazzi di Mr Salati ritrovano il Conte tra i pali e il Pampa Campani davanti, quest’ultimo fondamentale per dare preziosi minuti di riposo a bomber Capua. La selezione del Leasing dopo la sconfitta con Ceser non può più sbagliare, e imposta da subito una partita …aggressiva che non lascia spazi a inutili attendismi. Il risultato si vede. La Sporca Dozzina è svogliata, disattenta e gioca senza la necessaria energia (le primedonne di Finanza arrivano praticamente a partita iniziata manco fossimo alla notte degli Oscar) e il 2-2 alla fine del primo tempo ne è la logica conseguenza. Barcelleasing capisce che ci può scappare il colpaccio, ma sbaglia due invitanti contropiedi che avrebbero potuto cambiare le sorti della gara. Ci vogliono due triangolazioni Cova-Capua-Mazzieri per far passare la paura e fissare il punteggio finale sul 4-2, che condanna il Leasing all’eliminazione e garantisce ai neroverdi il passaggio aritmetico del turno. Come sempre, nessuna wags presente alle nostre partite, manco le morose. Giustamente.

 

 

TERZA GIORNATA

 

Atletico Cadaveri – Mdb Jazz Cafè 2-8

Grande era l’attesa per la prima partita della selezione milanese, da sempre unica presenza extraregionale alla ProteoLeague reggiana. Voci di corridoio sembrano ipotizzare che Capitan Maiorano in realtà organizzi tutto ciò solo per avere una scusa per marcare a uomo la fidanzata, residente a Reggio, anche nei giorni feriali. Indagheremo. I Cadaveri dal cant…o loro hanno bisogno, se non di far punti, almeno di provare a limitare lo scarto, in un girone a 3 in cui probabilmente si giocheranno la seconda piazza con Lessismore (4-4 all’esordio). Milano però, non fa sconti. La rabbia agonistica e la solidità fisica sono le solite e, spinti da un “Leroy” Merlini in forma smagliante (3 gol a referto) indirizzano subito la partita sul binario giusto. I Cadaveri, formazione famosa per non mollare mai, lottano su ogni pallone fino alla fine, ma anche nella gestione della partita MDB sembra ormai una squadra affidabile come lo è, del resto, anche nel terzo tempo post-partita, dove domina il solito Rufete. Ora ai Cadaveri non resta che sperare nella differenza reti e che Milano faccia il proprio dovere contro Lessismore. Sembra che a Pozzuoli si parli già della prossima partita. Rimarremo vigili.

 

Santa Sede – Bucanieri 8-3

Partita che rappresentava un vero e proprio spareggio per decidere la seconda piazza del girone. La Sede proveniva da una prevedibile sconfitta con i Fortunati Ferrari, destinati a chiudere il girone a punteggio pieno, mentre i Bucanieri potevano vantare l’ottimo inizio di torneo che aveva loro consentito di portare via 3 importantissimi punti nel match inaugurale. Chi …aveva pronosticato una partita equilibrata, è stato prontamente deluso. La Sede scappa subito sul 3-0 grazie alle geometrie del tridente zemaniano Squittieri, Sassi, Crotti (che chiuderanno con doppiette e triplette) e ogniqualvolta i Bucanieri provano a rientrare trova sempre la zampata per tenerli a distanza di sicurezza. I ragazzi in divisa nera, spuntati sottoporta, non hanno l’energia dell’esordio. A referto vanno Turchi, Ragni e Dallari (con una punizione a sorpresa dalla propria metà campo) per l’ 8-3 finale. Ora servirà un’impresa coi Fortunati, mentre la Sede dovrà non sbagliare con gli A.S. Carsi per chiudere i giochi.

 

 

Fortunati Ferrari – A.S. Carsi 14-4

Se il risultato finale poteva essere scontato, di certo stupiscono le dimensioni della vittoria. I Fortunati sono privi di Zini e Tamagnini ma possono contare sul ritorno di Sgambato e Oliviero, quest’ultimo arrivato direttamente dal Messicano in tenuta balneare in stile Lawrence d’Arabia (con lui ovviamente il fido Mariani, anch’egli con una mise rivedibile). A…d ogni modo, la panchina lunga farà sicuramente la differenza nel corso del torneo. Gli Scarsi, a dispetto del nome, non vogliono essere le vittime sacrificali, e vanno addirittura in vantaggio approfittando del clima da Fotografia Europea che si respira negli FF. La differenza di qualità però e’ troppa, e in breve tempo il divario diventa incolmabile. A nulla possono le reti di Riso (2), Casoni e Federico (di quest’ultimo tuttora non sappiamo se sia il nome o il cognome). Nei Fortunati spiccano la manita di Della Cava, l’uomo dei gol facili, la tripletta di Turci (nella foto) e la rete di Capitan Salsi. Non resta che attendere l’ultimo turno per vedere gli accoppiamenti

 

 

SECONDA GIORNATA

 

Sinergy 2017 – Crociati Parma 7-2

E venne il giorno anche del girone di ferro. Come altre squadre, anche Sinergy ha fatto un mercato per vincere: oltre al vecchio nucleo di People, cuore della squadra, vari acquisti importanti tra cui citiamo, tra gli altri, Mauro Manfredotti tra i pali (rumoroso il suo addio ai Leoni della Bassa dopo averne difeso i colori per tanti anni) e Stefano Bologna… nel reparto avanzato, entrambi colonne dell’Associazione anche negli eventi sportivi internazionali. Oltre a loro, la ritrovata agibilità atletica di Fantuzzi e la consueta solidità di Davoli. Dall’altra parte, l’affiatato gruppo crociato, come sempre coordinato da Mister Vecchi, spesso finalista nelle ultime edizioni. Rispetto alle passate edizioni però i parmensi sono senza Serafini, uno dei migliori portieri del torneo, nonché del sostituto. E si vede. Quella che doveva essere una partita equilibrata, vede Sinergy scappare proprio con le doppiette di Bologna e Davoli. A Parma, frenata anche dalla consueta ottima prestazione di Manfredotti, non basta la doppietta di Vincenti. Il prossimo turno sarà per loro già gara da dentro o fuori con i Leoni della Bassa.

 

 

Quella Sporca Dozzina – Titty’s 7-4

Esordio per la nuova creatura del tandem Salati-Bonoretti, nata dalla chirurgica fusione di vari elementi solo apparentemente di difficile amalgama. Tra gli altri, i “Big Three” di Finanza (Cova, Capua e Mazzieri), i purosangue Ianigro e Gentili, il compagno Menozzi, “El Pampa” Campani, Rondanini e il Conte Aragona (che vi scrive), questi ultimi reduci dall’…implosione della vecchia selezione della Sede. Di fronte i ragazzi della Titty (alla quale si deve peraltro il copyright del mio soprannome tanti anni fa), squadra tignosa che racchiude il meglio del bacino modenese. Subito in salita la strada per la Dirty Dozen che, priva del Conte tra i pali ai box per una tonsillite, va sotto grazie anche alla facilità realizzativa di bomber Vagnini supportato dall’estro di Gobbi, anche lui a referto. Nulla possono però i Titty’s di fronte al ritorno dei ragazzi in verde: una tripletta di Capua e una doppietta di Cova rimettono le cose a posto, per un 7-4 finale fondamentalmente giusto che conferma i pronostici della vigilia.

 

 

Ceser – Barcelleasing 7-5

Partita che, Titty’s permettendo, doveva decidere fin da subito chi si sarebbe potuto giocare il secondo posto del girone dietro Quella Sporca Dozzina. A spuntarla i ragazzi di Ceser, selezione formatasi all’interno di vari uffici centrali, dopo un match sostanzialmente equilibrato. A far pendere la bilancia dalla loro parte il bomber Stefanoni (6 reti) che, a dispet…to del cognome che sembra uscito da un film di Gigi e Andrea, si candida a essere uno dei top player del torneo. A nulla valgono i goal di Magnanini, Crescenzo e Bortolotti, utili solo a rendere il passivo meno pesante. 3 punti d’oro per Ceser, ma nulla e’ perduto per i ragazzi del Leasing, che possono comunque ancora sperare nel giusto incrocio di risultati per passare il turno.

 

 

GIORNATA INAUGURALE

 

Fortunati Ferrari – Santa Sede 6-3

Scendono in campo i campioni in carica. Privi di Sgambato e Oliviero (i playoff di calcio amatoriale sembrano nascondere in realtà una segretissima sessione di balli latino-americani), si presentano con una provocatoria divisa con tanto di scudetto, soluzione grafica che porta all’immediato ricorso di Creacasa che, giustamente, può vantare tuttora lo scet…tro della Proteoleague Nazionale. Che figuraccia per gli FF. La rinnovata Santa Sede, creata ex novo dal general manager Moggi-Manini, e’ pronta a dare battaglia, sostenuta anche dal tifo delle Wags, più o meno obbligate a seguire la squadra anche in una giornata uggiosa. A sorpresa, la Sede passa addirittura in vantaggio, con una puntata di “Pigbull” Ghinoi che beffa Dei Forti in uscita. I Fortunati si svegliano, e con dieci minuti di calcio spettacolo ribaltano il risultato andando sul 3-1. Vivici sembra imprendibile, un Jack Tamagnini in splendida forma regala rari preziosismi. Dal nulla però, la Sede accorcia con la rete del sempre presente Sassi, rubato segretamente al sottoscritto con trattative al limite della corruzione. Quando la partita sembra tornare nel vivo, e’ un errore gratuito di Francia in fase difensiva a regalare due lunghezze di margine ai ragazzi di Zini, che poi amministrano agevolmente fino al 6-3 finale. Per i Fortunati solo una tappa verso la semifinale scontata, per gli uomini di Manini la certezza di potersi giocare la qualificazione. E poi chissà, negli scontri diretti, tutto può succedere.

 

 

Bucanieri – A.S. Carsi 8-4

Ottima partenza dei Bucanieri, selezione di Mister Magnanini ormai presenza fissa della Proteoleague. La squadra sembra non avere punti deboli: il leggendario Imperatrice tra i pali, “Spider” Ragni nel reparto arretrato, Luca Stefani fresco di abbronzatura californiana, un Beppe Nicotra abile anche senza racchetta in mano, un Turchi tirato a lucido e un Balasini …pronto a entrare dalla panchina. Ma soprattutto bomber Talarico, quest’anno in posizione più avanzata, e la new entry Dallari Carlo, che sembra disporre di doti atletiche sconosciute all’illustre fratello. Poche invece le notizie trapelate sugli As Carsi: la maggior parte dei componenti della rosa e’ sconosciuta ai più, tanto che sembra siano state avanzate al TAR verifiche sulle UT dei giocatori presentatisi al campo. Ma veniamo alla partita. L’equilibrio resiste i primi 20 minuti, poi gradualmente e’ la panchina lunga dei Bucanieri a fare la differenza. Le sgroppate di Stefani e la precisione sottoporta di Talarico spaccano il match, e gli Scarsi non hanno le forze di ricucire il divario ormai diventato troppo ampio. Sontuoso un palo di Dallari con un preciso diagonale sinistro. La partita rimane sul binario tracciato dai ragazzi in divisa nera, e non vive di altri sussulti. Preziosissima la vittoria, in un girone in cui presumibilmente ci si giocherà il secondo posto con la Santa Sede. Gli As Carsi ora hanno bisogno di un’impresa.

 

 

Atletico Cadaveri-Atletico Lessismore 4-4

Partita subito fondamentale, in un girone da 3 che non lascia spazio a errori. I Cadaveri sono al gran completo, con un redivivo Melotti (che torna al a calcio dopo una rivedibile parentesi nel basket sfoggiando nientemeno che il 32 di Bobo Vieri), il sempreverde Giacco tra i pali, un Iadarola adrenalinico per la storica promozione del Foggia, u…n Semec rinvigorito rispetto all’ultima volta che ci mangiammo insieme un salame intero a casa del principe Crapis, un Rusignuolo pronto a timbrare, e una panchina folta pronta a dare il cambio. Dall’altra parte, la classe di Capitan De Vita a guidare un gruppo in cui spicca il ritorno del buon Giannetti, acquistato nel mercato di riparazione solo ed esclusivamente per giocare la ProteoLeague. La partita e’ equilibrata, i Cadaveri scappano più di una volta con le magie di Rusignuolo ma i ragazzi di Credemtel, sorretti anche da un solido Camurri tra i pali, chiudono lo strappo. Sul gol di Semec in contropiede sembra finita, ma una deviazione fortunosa fissa il risultato sul 4-4, con Rusignuolo che spreca allo scadere la palla della vittoria. Il pareggio lascia i giochi immutati, ora per entrambe l squadre sarà decisiva la partita con Milano, la favorita del girone.

 

 

Qui il Calendario con tutte le partite:

 

 

 

 

Vi ricordiamo che le partite si svolgeranno presso il Fit Village di Reggio Emilia. È richiesto di presentarsi almeno 15 minuti prima dell’inizio di ogni gara in modo tale da garantire il rispetto degli orari di tutte le partite. I vari match si disputeranno su campo al coperto così da giocare anche in caso di maltempo.

Come ogni buon torneo è previsto un REGOLAMENTO  da tener presente per… un Torneo da leoni!

 

Di seguito i quattro gironi con le squadre che parteciperanno alla Proteo League

 

Girone A   Girone B Girone C Girone D
Fortunati Ferrari  9 MDB Jazz Cafè  6 Quella sporca dozzina  9 Leoni della Bassa  6
A.S. Scarsi  0 Atletico Lessismore  1 Ceser  6 Sinergy 2017  3
Bucanieri  3   Atletico Cadaveri  1 Barcelleasing  0 Crociati Parma  0
Santa Sede  6 Titty’s  3   

 

Ecco le foto ufficiali delle squadre

 

 

 

Di seguito il calendario della fase a gironi

 

 

 Data  Ora  Incontro  Risultato 
 2/05/2017  19:00  Atletico Lessismore – Atletico Cadaveri  6-3
 2/05/2017  20:00  A.S. Scarsi – Bucanieri  8-4
 2/05/2017  21:00  Fortunati Ferrari – Santa Sede  4-4
 3/05/2017  19:00  Cesar – Barcelleasing  7-5
 3/05/2017  20:00  Quella sporca dozzina – Titty’s  7-4
 3/05/2017  21:00  Sinergy 2017 – Crociati Parma  7-2
 5/05/2017  19:00  Bucanieri – Santa Sede  3-8
 5/05/2017  20:00  Fortunati Ferrari – A.S. Scarsi  14-4
 5/05/2017  21:00  Atletico Cadaveri – MDB Jazz Cafè  2-8
 8/05/2017  19:00  Barcelleasing – Quella sporca dozzina  2-4
 8/05/2017  20:00  Titty’s – Ceser  4-6
 8/05/2017  21:00  Leoni della Bassa – Sinergy 2017  7-3
 10/05/2017  19:00  Fortunati Ferrari – Bucanieri  20-3
 10/05/2017  20:00  Titty’s – Barcelleasing  6-3
 10/05/2017  21:00  A.S. Scarsi – Santa Sede  1-6
 12/05/2017  19:00  Quella sporca Dozzina – Ceser  13-4
 12/05/2017  20:00  Crociati Parma – Leoni della Bassa  8-1
 12/05/2017  21:00  MDB Jazz Cafè – Atletico Lessismore  4-3

 

I fortunati che passeranno il turno andranno ai Quarti di finale previsti per

 

 

Data Ora Incontro Risultato
16/05/2017 20:00  Fortunati Ferrari – Sinergy 2017 11-1
16/05/2017 21:00  Quella Sporca Dozzina – Atl. Lessismore  7-4
17/05/2017 20:00 Leoni della Bassa – Ceser  11-5
17/05/2017 21:00  Mdb Jazz Cafè – Santa Sede  3 – 1

 

 

SEMIFINALI 

 

Data Ora Incontro Risultato
22/05/2017 20:00 Fortunati Ferrari – Quella Sporca Dozzina  7-6
22/05/2017 21:00 Leoni della Bassa – Milano da Bere  5-5  (11-10 dcdr)

 

 

FINALE PER IL TERZO E QUARTO POSTO

26 Maggio ore 19:30 

 

 

FINALISSIMA

26/05/2017  20:30  Fortunati Ferrari – Leoni della Bassa

 

 

A fine partita è prevista la premiazione in Via delle Spezie.

Seguiranno dettagli.