Intervista a GISELLA LOCARDI: anche quest’anno vincitrice ai Campionati italiani inter-bancari di mezza maratona

5 Novembre 2014

Proteo dà ai suoi associati l’opportunità di vivere esperienze extra-lavorative e partecipare ad iniziative sportive tra cui i Campionati italiani di mezza maratona, che quest’anno hanno scelto come scenario le pittoresche terre marchigiane, ed hanno proclamato Gisella Locardi “campionessa italiana bancaria 2014”.

Grazie alla sua testimonianza, siamo riusciti a ricostruire i momenti salienti pre e post- gara che hanno reso quest’evento davvero unico e memorabile.

 

Ciao Gisella, complimenti per la tua straordinaria performance e meritata vittoria!

 

  • Anche quest’ anno hai deciso di rimetterti in gioco iscrivendoti ai Campionati italiani di mezza maratona, cosa ti ha spinto a partecipare?

 

–          Partecipare alla gara, nonostante la fatica, è stata ancora una volta una bellissima esperienza di sport e divertimento. E non solo, per me è stata anche un’occasione di socializzazione tra colleghi di altri istituti.

 

  • Come hai vissuto la sera prima della gara?

 

–          Sono arrivata “in loco” sabato sera e, dopo il ritiro del pettorale nello scenografico contesto del Teatro Lauro Rossi in Piazza della Libertà (con visita della splendida cittadella fortificata all’interno delle mura) ho recuperato la stanchezza del viaggio con una cenetta in albergo ed una lunga dormita.

 

  • Conoscevi già i tuoi “avversari” ?

 

–          Si. La mattina di domenica alla partenza della Mezza Maratona ho ritrovato tanti colleghi di diverse realtà con i quali mi ero confrontata a Darfo Boario nel 2013

 

  • Come hai trovato il percorso da “affrontare”?

 

–          Tosto ma molto suggestivo, che si svolgeva su strade ondulate ai piedi dell’antico borgo della città alta attraversando oliveti e campagne ordinate, mediterranee, quasi “dipinte”. Non era “velocissimo”, ma ondulato con diversi saliscendi.

 

  • Cosa ti ha dato più carica durante la corsa?

 

–          La sorpresa più grande è stata il sole che dall’alto splendeva limpido in una anomala coda d’estate, quando da noi, in Emilia, ai primi di novembre si va quasi in giro col cappotto!

In un simile contesto mi sono goduta la gara dal primo all’ultimo metro, anche perché  le gambe con l’adrenalina della competizione e favorite dal tepore dell’autunno marchigiano giravano inaspettatamente bene… leggere e con spinte reattive dei piedi.

 

  • Come hai gestito la gara? Quale andamento hai avuto?

 

–          Come mia consuetudine ho tenuto un ritmo regolare e controllato nei primi 10 km del percorso, che mi ha consentito di “carburare” (sono un diesel) progressivamente per poi allungare dando tutto fino all’ultima goccia di energia nei saliscendi della seconda metà gara che ho affrontato

anche con l’incoraggiamento e la scia di qualche collega corridore che gentilmente mi ha fatto “da lepre”.

 

  • Qual è stato il tuo risultato?

 

–          Ho chiuso in un buon tempo: 1 ora 25 minuti 12″ in prima posizione assoluta femminile e sedicesima in Classifica generale (maschile e femminile).

 

  • Quanti iscritti ci sono stati quest’anno?

 

–          300

 

  • Che sensazione hai avuto quando sei arrivata al traguardo?

 

–          Al traguardo il bel risultato ed i complimenti ricevuti dallo speaker e dal pubblico per il bis dell’anno scorso, mi hanno subito gratificata e ripagata dalla fatica 🙂

 

  • Come hai festeggiato la vittoria?

 

–          A coronamento della perfetta giornata ci siamo ristorati con un sontuoso pranzo di gruppo al quale hanno partecipato corridori, parenti, amici ed organizzatori della manifestazione e durante il quale si sono svolte anche le gradite premiazioni.

 

  • Come ci si sente ad essere Campionessa per la seconda volta?

 

–          Portare la divisa della Credem sul gradino più alto del podio anche in questa edizione del campionato italiano bancario è stato per me un indimenticabile successo personale e di squadra 😉