Area Riservata

EKIRUN 2015: Proteo e Banca Euromobiliare una bella staffetta

8 Ottobre 2015

 

Si è svolta a Milano sabato 26 settembre, in condizioni di sole e temperatura mite, presso l’Arena Civica Gianni Brera, la prima edizione di Edenred EKIRUN, la maratona a staffetta su strada di ispirazione giapponese organizzata da RCS Sport.Sbarca dunque in Italia una storica forma di competizione molto sentita in Giappone ma diffusasi negli anni in tutto il mondo. Un modello di corsa che fa da legame fra stile di vita attivo, collaborazione fra membri della squadra e diversi altri punti fermi della filosofia di Edenred.

 

A presentarsi ai nastri di partenza oltre 200 squadre, di cui 37 iscritte alla gara competitiva. I team, composti da sei runner ciascuno, hanno percorso i classici 42km della maratona in 6 frazioni (tre «lunghe» e tre «corte», alternate:   7,195 km / 5 km / 10 km / 5 km /10 km / 5 km) su un percorso ad anello intorno al Parco Sempione, con inizio e arrivo presso lo storico tempio dello sport milanese.  E proprio sulla leggendaria pista dell’arena, teatro di svariati record mondiali, avverranno tutti i cambi: ogni frazionista dovrà passare al compagno successivo il Tasuki, una fascia da indossare a tracolla che costituisce il tipico testimone nelle gare di Ekiden.

 

PROTEO & Banca Euromobiliare hanno partecipato con due squadre miste alla non competitiva con le seguenti formazioni:

 TEAM A: LUCA MOLESINI, ALESSIA RODELLA, MASSIMO PASQUAL, ALESSIA PRONZATI, DARIO POGGIO,  ERIKA BESANZON (ESTERNA)

 TEAM 2: GIUSEPPE CORNO, BARBARA MALFATTI, CRISTIANO FAUTTILLI, ANNA ANANIA, MAURIZIO SARDELLA, LINA IORIO.

 

Grande l’entusiasmo da parte di tutti e buoni i risultati ottenuti; su 79 squadre miste i nostri runners si sono qualificati al 7° e 34 posto.

 

A fare il tifo dagli spalti un pubblico numeroso, che ha potuto assistere allo svolgimento della gara e ad uno dei momenti più emozionanti di Ekirun, il cambio tra gli staffettisti con il passaggio del Tasuki.  

I runner e il pubblico presente hanno potuto respirare l’atmosfera giapponese grazie anche alla musica di un gruppo di suonatori di tamburi tradizionali Taiko, che hanno accompagnato con i loro strumenti tutti i momenti più significativi della competizione.

 

Da segnalare, infine, l’importante iniziativa di solidarietà ideata dall’organizzazione in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e l’Associazione Francesco Realmonte Onlus: i partecipanti di Edenred EKIRUN e tutti i cittadini interessati all’iniziativa hanno avuto la possibilità di donare le loro scarpe di running usate ai profughi in arrivo alla Stazione Centrale di Milano dalla Siria, dall’Afghanistan e dalle zone di guerra dell’area sub-sahariana.